Skip to main content

Parquet cucina: tutto quello che c’è da sapere

26 / 11 / 2021 Margherita | Floor Designer

  • Parquet cucina: è possibile?

Parquet cucina: è possibile scegliere il parquet per la cucina?

Molte persone vorrebbero scegliere un pavimento in parquet per la propria casa, ma vengono fermate dal luogo comune “il parquet non può essere posato in cucina o in bagno perché si rovina”. Già con un altro articolo avevamo smentito questo luogo comune inesatto, leggilo qui: "Il parquet in bagno e in cucina: è possibile?".

Sono oramai oltre 30 anni che Hausfloor si occupa di posare parquet in cucina a Brescia, Bergamo e Milano.

Con questo blog vogliamo non solo rassicurarti ulteriormente sul fatto che è possibile avere un parquet cucina bellissimo e resistente ma anche mostrarti le cucine dei nostri clienti, che hanno scelto il parquet cucina Hausfloor! Cominciamo subito:


Parquet cucina: quale scegliere?

Il parquet da posare in cucina deve essere scelto con cura, perché un pavimento in parquet non adeguato tenderà a rovinarsi molto maggiormente nelle zone critiche della cucina quali la zona lavello e cottura. Scegliendo invece con cura la tipologia di parquet cucina il pavimento in legno avrà una durata ventennale come in tutti gli altri ambienti di casa!

Prima e importante caratteristica da selezionare è la qualità della tavola: deve essere strutturalmente costruita a strati incrociati per garantire la massima stabilità. Essendo una zona che sar soggetta a frequenti lavaggi la costruzione a tre stati incrociati risulta essere la migliore. Molto frequentemente ci contattano persone che hanno installato un parquet non adeguato e dopo soli pochi anni si ritrovano a doverlo sostituire.

Ti consigliamo di prestare sempre molta attenzione nella scelta del parquet, perché solo una tavola di qualità potrà resistere in cucina.

Altro punto molto importante, quando si parla di parquet cucina, è l’essenza della tavola, ossia la tipologia di legno: non tutti i legni sono sufficientemente resistenti per essere posati in un ambiente umido e assai calpestato come la cucina, anche per la caduta di oggetti e per la relativa all’acqua, che potrebbe accidentalmente finire sul legno e danneggiarlo. Vediamo quali essenze sono adatte per essere posate in cucina:

  • Teak: il teak è uno dei legni più resistenti agli agenti atmosferici, tanto che viene utilizzato anche per le pavimentazioni esterne. È stabile, resistente, impermeabile e molto duro: resisterà alla caduta di oggetti, agli schizzi d’acqua e alla caduta di cibi vari senza problemi.
  • Wengè: anche il wengè è un legno molto resistente, sia al calpestio che all’acqua. Di aspetto davvero raffinato, resiste a tutto ed è quindi perfetto per pavimentare la cucina.
  • Merbau: un legno di altissima resistenza agli urti e al calpestio, molto stabile e particolarmente duro, garantisce un parquet dalle ottime prestazioni anche dopo parecchi anni.
  • Rovere: il legno di rovere, come abbiamo già visto nell’articolo dedicato, è un legno molto resistente ed è diffusissimo in Italia. È da sempre il legno preferito di Hausfloor, sia per la resistenza che per l’incredibile potenzialità di personalizzazione, caratteristiche che lo rendono un pavimento perfetto per le cucine.
  • Bamboo: il parquet in bamboo è sicuramente una scelta innovativa, che è diventata popolarissima negli ultimi anni. Potrebbe sembrare un pavimento molto delicato, ma in realtà un parquet bamboo è incredibilmente resistente, addirittura più resistente del teak, ed è impermeabile. È inoltre una scelta sostenibile ed è facilmente personalizzabile, caratteristiche che lo rendono adatto a qualunque cucina.

Che tipologia di parquet è migliore per la cucina?

Esistono pareri contrastanti su quale tipologia di pavimento in parquet scegliere per la cucina: alcuni sostengono che il legno massello sia migliore, perché più resistente del multistrato, altri preferiscono il multistrato perché è più stabile e tende meno alla dilatazione termica.

Noi di Hausfloor scegliamo il parquet prefinito multistrato, per varie ragioni:

  1. Il multistrato è veloce da posare: uno dei vantaggi del parquet prefinito multistrato, che abbiamo già illustrato in un articolo su questo blog, è la velocità di posa di questa tipologia di parquet. Il parquet prefinito può essere calpestato subito dopo la posa, al contrario del legno massello che necessita di acclimatarsi nell’abitazione per un periodo che varia tra una o due settimane. In una stanza utilizzata quanto la cucina la rapidità diventa essenziale!
  2. Il multistrato è più stabile: essendo composto da tre strati incollati, invece che essere un'unica tavola, il parquet multistrato è più stabile e quindi più adatto ad una stanza soggetta a rapide variazioni di temperatura come la cucina;
  3. Il multistrato è resistente come il massello: è credenza diffusa che il multistrato (o prefinito) sia meno resistente del legno massello. Questo non è assolutamente vero: una tavola in multistrato di qualità è resistente come una tavola in legno massello.

Non escludiamo a priori la posa del parquet massello in cucina, ma è sicuramente una scelta che comporta prestare più attenzione alla cura del pavimento.

Vuoi saperne di più sulle tipologie di parquet? Leggi il nostro articolo: I tipi di parquet: quali sono e quale è il più adatto alla tua casa!


Parquet cucina: quale è il sistema di posa migliore?

Esistono tre tipi di posa parquet: flottante, inchiodata e incollata, ma non tutte sono adatte alla posa parquet in cucina (leggi qui il nostro articolo sulla posa del parquet prefinito):

  1. La posa flottante è certamente la più veloce ma non garantisce la miglior stabilità nel tempo. Nel caso di perdite di acqua (possibili in cucina) è più pacile che si verifichino infiltrazioni d’acqua tra una tavola e l’altra e conseguentemente un’alterazione dell’umidità del pavimento che causa con molta probabilità dei rigonfiamenti.
  2. La posa incollata risulta essere la più indicata, sia per una corretta stabilità generale della pavimentazione in parquet, sia per una maggior protezione del pavimento alle possibili cadute d’acqua. Pertanto, la posa incollata conferisce una protezione generale di eventuali infiltrazioni evitando i possibili rigonfiamenti e di conseguenza una durata maggiore del parquet.

Parquet cucina: che finiture e trattamenti deve avere un pavimento in parquet posato in cucina?

È molto importante che la finitura delle tavole sia scelta in modo oculato, appositamente per il parquet cucina. Ci sono finiture e trattamenti che permettono di rendere il legno più resistente e che sono quindi più adatti a ai pavimenti posati in cucina.

Esistono due tipologie di finitura parquet utilizzate: a vernice e ad olio. La più consigliata, nel parquet posato in cucina, è la finitura a vernice: permette infatti di creare uno strato protettivo che dona al pavimento in legno una maggiore capacità di resistere ai liquidi e agli olii che possono essere rovesciati.

La finitura ad olio non è invece adatta alla cucina, perché è meno protettiva.


Come pulire e curare il parquet cucina

Per fare sì che il tuo parquet cucina duri nel tempo è necessario osservare alcune semplici regole di pulizia:

  • Non lavare mai il tuo pavimento in parquet cucina “a sguazzo”, perché rischi di creare infiltrazioni di umidità: Il lavaggio corretto è con straccio bagnato e ben strizzato.;
  • Non utilizzare spugne abrasive, prodotti chimici aggressivi e detergenti non pensati per i pavimenti in parquet, potresti rovinare la finitura delle tavole;
  • Utilizza prodotti creati appositamente per i pavimenti in parquet, ti permetteranno di pulire il tuo pavimento con la giusta delicatezza.

Vuoi saperne di più su come pulire i pavimenti in parquet? Leggi il nostro articolo: "Come pulire il parquet: la guida completa"


Ecco i nostri parquet cucina, posati a Brescia, Bergamo e Milano


Parquet in rovere chiaro: Appartamento M. N.

Questo pavimento in parquet è in rovere ed è stato posato nell’intera zona living, dotata di cucina aperta. Le tavole sono parquet in rovere prefinito a tre strati, personalizzato da Hausfloor con una lavorazione di bisellatura e una finitura naturalizzata schiarente, che mantiene il colore grezzo della tavola prima del trattamento, pertanto un colore più chiaro del Rovere Naturale. Le tavole di dimensione 1900x190x15mm, sono state prefinite verniciate con una vernice certificata EC1 con particolare resistenza all’acqua e al calpestio.


Parquet cucina - Parquet in rovere chiaro: Appartamento M. N.
Parquet cucina e sala da pranzo - Parquet in rovere chiaro: Appartamento M. N.

Parquet in olmo spazzolato: Villetta G. N.

Questo pavimento in parquet, posato in tutta l’abitazione, è in Olmo Europeo con trattamento personalizzato. La lavorazione scelta per la superficie del legno è a finitura Spazzolata per esaltare le caratteristiche venature dell’Olmo. Come tonalità è stato scelto un colore Naturale leggermente ambrato. Una vernice con caratteristiche di resistenza ad alto traffico di calpestio per aumentare la resistenza del pavimento in legno.


Parquet cucina - Parquet in olmo spazzolato: Villetta G. N.

Parquet in rovere piallato e bisellato a mano: Villa O. P.

Il pavimento scelto per questa casa modernissima è un rovere nodoso piallato e bisellato, contemporaneo nelle sue tonalità luminose e di forte presenza materica. I listoni sono stati piallati e bisellati a mano nella nostra falegnameria e completati con trattato ad olio per esaltare la naturale bellezza di questo legno. Essendo un pavimento, per struttura, per posa, e per impermeabilizzazione di alta qualità è stato posato tranquillamente anche in cucina.


Parquet cucina - Parquet in rovere piallato e bisellato a mano: Villa O. P.

Parquet in rovere verniciato naturale: Casa P. G.

Per questa abitazione è stato scelto un maxi-listone in rovere europeo, con una finitura spazzolata che ne esalta le venature naturali ed il colore.

Le tavole sono state finite con una particolare vernice ad acqua che porta incredibile resistenza, facilità di manutenzione e resistenza alle macchie, per un pavimento in parquet capace di durare decenni.


Parquet cucina - Parquet in rovere verniciato naturale: Casa P. G.

Parquet in rovere spazzolato naturale: Appartamento M. A.

Per questo appartamento è stato scelto un parquet in rovere spazzolato naturale opaco, che accomuna tutte le stanze e crea un ambiente moderno ed elegante. La finitura di questo parquet è una vernice a base d’acqua dall’effetto naturale.


Parquet cucina - Parquet in rovere spazzolato naturale: Appartamento M. A.
Parquet cucina e sala da pranzo - Parquet in rovere spazzolato naturale: Appartamento M. A.

Leggi altri articoli dal nostro blog


Parquet e riscaldamento a pavimento: una storia d’amore

Il riscaldamento a pavimento e il parquet possono andare d'accordo? Certo che sì, quando sono posati entrambi a regola d'arte! Leggi di più...

LEGGI

Il parquet in bagno e in cucina: è possibile?

Molte persone nutrono ancora forti dubbi sulla posa del parquet in bagno e cucina: con questo articolo cercheremo di fare chiarezza sull'argomento.

LEGGI

Le diverse finiture del parquet

Con questo articolo speriamo di aiutare tutte le persone a scegliere il pavimento adatto al proprio immobile, portando chiarezza nell’argomento delle finiture parquet.

LEGGI

Come pulire il parquet: la guida completa

Il parquet viene spesso visto come difficile da pulire, ma non c'è nulla di più falso: la cura del parquet è molto più semplice di quanto si possa pensare! Leggi la nostra guida

LEGGI


Contattaci


Realizziamo il tuo nuovo pavimento in parquet


Hausfloor crea il tuo parquet personalizzato, esattamente come lo desideri!


Contattaci per avere il tuo parquet!