Skip to main content

Parquet flottante: che cos’è e come viene installato

12 / 08 / 2022 Margherita | Floor Designer

  • Parquet flottante: che cos’è e come viene installato

Perché è importante conoscere il parquet flottante? Scegliere la corretta tecnica di posa per il pavimento della propria casa è una delle cose da considerare attentamente, perché le differenti modalità cambiano il risultato finale.

Il parquet prefinito può essere posato in tutte le stanze della casa (leggi il nostri articoli su parquet cucina e parquet bagno), con due modalità di posa: flottante o incollata. La posa incollata è la tipologia più tradizionale, con vantaggi e svantaggi. La posa flottante è più “green” e offre nuove possibilità, altri vantaggi e svantaggi.

I vantaggi di questa tipologia di installazione e la praticità e velocità nella posa hanno reso questo tipo di parquet particolarmente richiesto sul mercato.

Vediamo quali sono le caratteristiche e i vantaggi del parquet flottante e i consigli da parte dei designer Hausfloor per abbinarlo in armonia con il resto degli elementi della tua abitazione.


Cos’è il parquet flottante e come viene installato

La posa flottante, definita anche “posa galleggiante” permette di realizzare un pavimento in legno senza incollarlo al sottofondo. Viene interposto tra legno e massetto/caldana un materassino che può avere diverse proprietà, dall’isolamento acustico, all’isolamento termico, ad evitare il riverbero di calpestio nella stanza o evitare il disturbo negli ambienti del piano inferiore. In funzione della necessità della casa e di chi ci vivrà si valuta il materassino più idoneo.

Il parquet flottante è una valida alternativa alla più comune posa incollata, evitando l’uso di sostanze chimiche nel far aderire il rivestimento in legno al pavimento, garantendo una maggiore attenzione alla salvaguardia dell’ambiente (seppur Hausfloor utilizzi esclusivamente colle certificate EC 1).

La posa flottante è adatta a tutte le tipologie di parquet, tra cui il più tradizionale parquet antico.


Come viene installato il parquet flottante

La posa flottante (detta anche galleggiante) consiste nell’appoggiare le tavole di parquet sopra il materassino utilizzando la colla solo nell’incastro maschio/femmina. Questa posa in opera permette al parquet di “flottare” sull’intera superficie di posa.

Prima di procedere con la posa del parquet è fondamentale misurare l’umidità del massetto su cui si intende posare tramite uno strumento igrometrico. L’umidità del massetto non deve mai essere superiore al 2% e l’umidità ambientale dev’essere compresa tra il 45% e il 65%.

Si inizia stendendo il materassino su tutta la superficie di posa al fine di evitare il contatto del legno con il massetto o pavimento esistente sottostate. Il materassino va risvoltato sulle pareti dietro il battiscopa.

Dopo aver scelto il lato della stanza da cui partire con la posa, si inizia posizionando il lato “femmina” della prima doga a contatto con la parete, lasciandole distanziate circa 10 mm dal perimetro. Vengono poi posizionate le tavole adiacenti incastrandole con le prime posizionate a contatto con la parete.

La messa in posa flottante è adatta per tutti i tipi di parquet, leggi di più sulle tipologie di parquet esistenti:


Parquet flottante: quali sono le caratteristiche dei materassini sottopavimenti

I tappetini isolanti per posa flottante hanno caratteristiche ben definite e aiutano non soltanto a proteggere il parquet ma anche a migliorare il confort abitativo della casa. Le principali caratteristiche dei tappetini per sottopavimenti sono le seguenti:

  • Isolamento acustico: elimina o riduce ogni tipologia di rumore (materassino fono assorbente). L’isolamento dai rumori di calpestio viene misurato da prove di laboratorio che consistono nella misura del rumore di impatto trasmesso dal pavimento posato flottante prima e dopo l’inserimento del materassino. Un buon materassino per isolamento acustico include sia i rumori da calpestio (la trasmissione dei rumori alla stanza sottostante) sia i rumori da riverbero (il suono dei passi percepito all'interno della stanza).
  • Isolamento termico: il materassino deve ridurre o togliere la sensazione di “pavimento freddo” e proteggerlo da eventuali sbalzi termici. In presenza di riscaldamento e raffrescamento a pavimento si utilizza un materassino con una bassa resistenza termica.
  • Resistenza ai carichi: dà stabilità all’intera struttura del parquet. L’utilizzo di questo materassino permette anche di nascondere eventuali imperfezioni del massetto e di conseguenza posare un parquet perfettamente dritto.
  • Protezione dall’umidità.

I materiali di cui sono composti i materassini per parquet flottante, idonei ad assicurare performance adeguate e un perfetto isolamento sono principalmente tre tipologie:

  • Polietilene
  • Sughero
  • Lana
  • Cartone
  • Gomma

Vantaggi del parquet flottante

Il parquet flottante, così come il parquet posato a colla, ha vantaggi e svantaggi. Il parquet flottante è molto facile da montare e smontare ed è semplice sostituire i listoni nel caso si danneggino.

Il parquet flottante è perfetto se vuoi mantenere preservare la pavimentazione sottostante, poiché grazie al tappetino isolante non viene mai danneggiato rimanendo inalterato nel tempo.

Se il massetto su cui si posa un parquet flottante presenta imperfezioni è indispensabile intervenire prima livellando la superficie di posa al fine di evitare che problemi di stabilità al parquet dopo la posa. Non essendo incollato il parquet flottante necessita di un piano di posa perfettamente diritto.

Un altro fattore da tenere in considerazione è la rumorosità del pavimento: il parquet flottante in quanto non in collato sarebbe più rumoroso rispetto al parquet posato a colla. Ma per ovviare a questo “problema” esistono specifici materassini che riducono notevolmente il rumore di calpestio.


Svantaggi del parquet flottante

Il parquet flottante presenta anche degli svantaggi, come tutti i tipi di posa. Il principale svantaggio del parquet flottante è la sensibilità alle infiltrazioni d’acqua sotto le doghe.

Può capitare che, a causa di perdite d’acqua si ritrovi una notevole quantità d’acqua sul pavimento. Non vi è alcun problema se si asciuga immediatamente, ma se l’acqua rimane per parecchio tempo sul pavimento vi è la probabilità che riesca a penetrare sotto le doghe e di conseguenza causare un rigonfiamento del pavimento.

In caso di perdita quindi, il parquet flottante è molto più sensibile e soggetto a deformazioni rispetto al parquet incollato.

La posa del parquet flottante non è la soluzione consigliata per gli ambienti umidi, come ad esempio il bagno, poiché il rischio è la formazione di muffe e odori sgradevoli.

Un'altra caratteristica che è possibile si presenti nel parquet flottante è la formazione di piccole fessure tra una doga e l’altra con il cambio delle stagioni (dall’estate all’inverno, dal periodo secco al periodo umido e viceversa).

Presenza di giunti di dilatazione. L’uso dei giunti è previsto dalla normativa per evitare i normali movimenti cui il parquet è soggetto per via delle variazioni di temperatura o umidità, e in particolare quando le tavole sono, rispettivamente, più lunghe e più larghe di 12 e di 8 metri.


Scegli il parquet flottante per la tua casa

Come puoi capire se il parquet flottante è perfetto per la tua casa? Vieni a trovarci nel nostro showroom!

Siamo rivenditori di Parquet Milano e Parquet Brescia e Parquet Bergamo, vieni a trovarci nei nostri showroom!


Leggi altri articoli dal nostro blog


Parquet e riscaldamento a pavimento: una storia d’amore

Il riscaldamento a pavimento e il parquet possono andare d'accordo? Certo che sì, quando sono posati entrambi a regola d'arte! Leggi di più...

LEGGI

Il parquet in bagno e in cucina: è possibile?

Molte persone nutrono ancora forti dubbi sulla posa del parquet in bagno e cucina: con questo articolo cercheremo di fare chiarezza sull'argomento.

LEGGI

Le diverse finiture del parquet

Con questo articolo speriamo di aiutare tutte le persone a scegliere il pavimento adatto al proprio immobile, portando chiarezza nell’argomento delle finiture parquet.

LEGGI

Come pulire il parquet: la guida completa

Il parquet viene spesso visto come difficile da pulire, ma non c'è nulla di più falso: la cura del parquet è molto più semplice di quanto si possa pensare! Leggi la nostra guida

LEGGI


Contattaci


Realizziamo il tuo nuovo pavimento in parquet


Hausfloor crea il tuo parquet personalizzato, esattamente come lo desideri!


Contattaci per avere il tuo parquet!