Skip to main content

Accostare parquet e piastrelle: la guida per non sbagliare

14 / 05 / 2024 Margherita | Floor Designer

  • Accostare parquet e piastrelle - Hausfloor

Accostare parquet e piastrelle potrebbe sembrare una soluzione azzardata, con il rischio compromettere l’equilibrio estetico dei vostri ambienti domestici. Tuttavia, questo è un accostamento sempre più di tendenza, in grado di creare un effetto unico e donando un tocco di originalità agli spazi.

Chiaramente, l’accostamento di pavimenti differenti non può essere casuali. Il segreto è giocare con materiali, colori, texture e finiture, selezionando inoltre la migliore tipologia di posa.

Un pavimento in legno può essere tranquillamente messo a fianco di altri materiali e pavimenti. Alcuni esempi possono essere la ceramica, le piastrelle in gres, le superfici di marmo e i materiali cementizi.

In questo articolo forniremo alcuni suggerimenti per accostare parquet e piastrelle nei vostri spazi domestici, creando atmosfere uniche e originali.


Accostare parquet e piastrelle: consigli utili

Il parquet è un materiale sempre in voga. Le diverse essenze, finiture e lavorazioni superficiali, hanno permesso agli artigiani di creare diverse tipologie di parquet, perfette per qualsiasi stile abitativo e per qualsiasi preferenza.

Tuttavia, in certi casi posare un pavimento interamente in parquet potrebbe creare un ambiente eccessivamente monotono. Questo capita specialmente negli ambienti particolarmente ampi, come gli open space.

In questo caso, accostare parquet e piastrelle permette di delimitare le diverse aree funzionali, separando ad esempio la zona del soggiorno e della cucina oppure delimitando solo certe zone dell’open, creando un contrasto accattivante.

Un altro motivo per cui alcune persone preferiscono installare una tipologia di pavimento diversa dal parquet in certe zone della casa, è per proteggerlo da urti e agenti esterni, mantenendolo intatto nel tempo.

Va ricordato che il parquet è un materiale perfetto anche per ambienti come il bagno e la cucina e, selezionando appositamente le essenze, è in grado di resistere ad urti, alta frequenza di calpestio e umidità. Nonostante queste caratteristiche, molte persone preferiscono installare un materiale più resistente, come un pavimento in gres porcellanato, installando il parquet nel resto degli ambienti.

Per saperne di più leggi il nostro articolo sul parquet in bagno e in cucina.

Sempre più frequentemente, la scelta di accostare parquet e piastrelle viene effettuata già durante la progettazione degli ambienti, ma è una soluzione ideale anche nel caso di ristrutturazioni parziali. Se, ad esempio, volete sostituire solamente una parte del pavimento della casa, diventa necessario selezionare al meglio la nuova tipologia di superficie.

Se vuoi ottenere un risultato davvero all’altezza, il consiglio quello di accostare colori e texture complementari o contrastanti, prestando attenzione allo stile generale della casa. Chiaramente, anche la posa in opera deve essere eseguita alla perfezione, in modo da massimizzare l’impatto e separare al meglio i due pavimenti.

Un fattore fondamentale è quello di definire una linea di separazione tra le pavimentazioni. Questa va tracciata in modo oculato, senza togliere spazio ad un ambiente piuttosto che ad un altro.

Ad esempio, se vogliamo separare la cucina e il soggiorno in un open space, bisognerà creare una superficie sufficientemente ampia per poter sfruttare la cucina al meglio e lo stesso vale per il soggiorno.

È poi possibile giocare con le geometrie e con la posa, sperimentando diversi pattern. Ad esempio, potreste optare per un parquet a spina di pesce e delle piastrelle esagonali.

In questo modo, anche la linea di separazione tra i pavimenti diventerà ancora più intrigante.

Infine, è importante scegliere materiali con spessori e caratteristiche simili, in modo da facilitare le operazioni di posa ed evitare la presenza di pavimenti con altezza diversa, garantendo inoltre una buona durata dei materiali.


Quali materiali accostare al parquet

Oltre alle piastrelle, esistono anche altri materiali che possono essere abbinati al parquet. Come abbiamo già anticipato, è importante scegliere dei materiali compatibili, sia in termini di somiglianza estetica che di caratteristiche e dimensioni.

L’accostamento tra parquet e porfido o pietra naturale, ad esempio, crea una combinazione elegante e originale.

Altre soluzioni sono la resina e il microcemento, in grado di offrire diverse soluzioni e adattarsi perfettamente alla convivenza con i pavimenti in legno. Oppure il marmo e il granito, una soluzione sempre elegante e in voga, perfetta da abbinare con il parquet per creare uno stile ricercato.

Accostare parquet e piastrelle per dividere le diverse aree della casa - Hausfloor Brescia Bergamo Milano

Accostare parquet e piastrelle: l’accostamento tra parquet e gres

Una delle soluzioni più popolari è l’accostamento di parquet e gres porcellanato. Questi due materiali creano un contrasto meraviglioso, donando un tocco in più agli ambienti in cui vengono posati.

Il parquet è un materiale caldo e accogliente, in cui la naturalezza del legno dona bellezza a qualsiasi zona. Al contrario, il gres è un materiale ceramico che diventa perfetto per ambienti ad alta frequenza di calpestio, come il bagno e la cucina.

Si tratta, infatti, di un materiale particolarmente resistente all’usura e all’umidità, in grado di mantenere in suo aspetto originale con il passare degli anni. Inoltre, il gres è un materiale molto versatile, in grado perciò di abbinarsi alla perfezione con diverse tipologie di parquet.

Anche in questo caso, è importante considerare le esigenze in termini tecnici ed estetici, creando un ambiente confortevole ed esteticamente accattivante. Per farlo, oltre alla scelta dei materiali, è importante selezionare tonalità e materiali complementari, garantendo il giusto equilibrio.


Accostare parquet e piastrelle nei vari ambienti domestici

Accostare parquet e piastrelle al meglio richiede di prestare attenzione anche agli ambienti domestici in cui verranno posati tali materiali.


Accostare parquet e piastrelle in cucina

Spesso nelle cucine moderne o negli open space si decide di piastrellare la zona dell’angolo cottura, valorizzando questo spazio e creando una separazione con il resto dell’ambiente.

Come abbiamo già anticipato, il parquet può essere posato anche in ambienti come la cucina, caratterizzati dalla presenza di umidità. Tuttavia, alcuni preferiscono comunque evitare qualsiasi rischio, installando delle piastrelle al posto di un pavimento in legno.

In questo modo si facilitano le operazioni di pulizia, potendo pulire il materiale da eventuali macchie e dalle gocce d’acqua.

In questo caso va tenuto in considerazione lo stile utilizzato nell’ambiente (contemporaneo, classico, rustico ecc.) e quello dei mobili e degli elettrodomestici.

È possibile poi optare per degli accostamenti contrastanti oppure tono su tono, l’orientamento delle piastrelle e l’accostamento dei colori.


Accostare parquet e piastrelle in bagno

Un bagno con parquet e piastrelle può essere una soluzione originale, specialmente nel caso in cui l’ambiente sia di grandi dimensioni. Se, invece, il bagno è di dimensioni contenute, il consiglio è quello di installare un unico pavimento.

Come nel caso della cucina, il bagno è un ambiente delicato. Anche in questo caso è comunque possibile installare il parquet senza problemi, scegliendo essenze come il teak e il rovere.

Una soluzione popolare negli ambient moderni è quella di applicare il gres o le piastrelle attorno alla vasca oppure sotto i lavandini e i sanitari.

Accostare parquet e piastrelle per il bagno - Hausfloor Brescia Bergamo Milano

Accostare parquet e piastrelle in soggiorno

Accostare parquet e piastrelle nella zona del soggiorno potrebbe essere una soluzione azzardata, specialmente nel caso di dimensioni ridotte dell’ambiente.

Se disponete di abbastanza spazio a vostra disposizione, potete comunque tentare la sorte con delle soluzioni originali.

Questo accostamento offre un contrasto tra il calore e la naturalezza del legno e la solidità materica delle piastrelle. È possibile utilizzare il parquet per definire le zone dove ci si siede, per creare un’atmosfera accogliente e confortevole, mentre le piastrelle si possono utilizzare nelle aree ad alto traffico, come l’ingresso.

L’utilizzo di materiali e tonalità diverse può delineare visivamente le diverse funzioni degli spazi all’interno del soggiorno, aggiungendo profondità e interesse visivo, prestando sempre attenzione nel bilanciare ogni elemento nel modo corretto.


Sei alla ricerca del pavimento perfetto per la tua casa? Lasciati ispirare dai contenuti del nostro blog.

Leggi altri articoli dal nostro blog





Parquet Noce: caratteristiche e perché sceglierlo

Parquet noce: una soluzione elegante e raffinata per i pavimenti della tua casa. Un legno pregiato, noto per la sua bellezza e dalle tonalità variegate. Leggi di più...

LEGGI

Parquet oliato: perché sceglierlo per la tua casa

Il parquet oliato è una pavimentazione in grado di donare calore al legno e creare ambienti domestici unici e accattivanti. Leggi di più...

LEGGI


Contattaci


Realizziamo il tuo nuovo pavimento in parquet


Hausfloor crea il tuo parquet personalizzato, esattamente come lo desideri!


Contattaci per avere il tuo parquet!